Lettera di Margret Sewald scritta nel mese di gennaio 2017. Insieme volevamo riscriverla, ma non c’è stato più l’opportunità...


Cari parenti e amici!
Credo che sia giunto il momento di mettervi a conoscenza della mia situazione, dopo aver ricevuto tante domande. Il cancro 
avanza senza sosta nonostante tutti i trattamenti e quindi sembra che sia giunto nella sua fase finale. Le tre sedute di chemio 
mi hanno dato sempre nuove speranze di guarigione, ma in realtà sono state inutili
Una speranza, però, non mi può essere abbattuta, cioè la certezza della vita eterna in Cristo Gesù. Qui non si tratta di una 
speranza superficiale, ma di una certezza assoluta che Dio mi ha promesso nella sua Parola. Del resto si sa, che ogni vita prima 
o poi si spegnerà. È cosa buona sapere come essa continurà.
Gesù Cristo promette: „Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unico Figlio, affinchè chiunque crede in lui non perisca, 
ma abbia vita eterna“ (Giovanni 3:16)
LUI è risorto, EGLI vive e, chiunque entrerà, in tempo, in una relazione con Lui, affidandogli la propria vita, troverà riposo e 
pace per la sua anima e vita eterna per il suo futuro.

Margret, il 21.1.2017